Blog: http://baldiniandrea.ilcannocchiale.it

L’ennesimo nuovo inizio, due parole su Papa Francesco

C’è una notizia che mi ha fatto rivenire voglia di scrivere un articolo sul mio vecchio blog, impolverato e malconcio per colpa del suo possessore. Lo so, potrebbe essere visto come un “ennesimo nuovo inizio”; ma tant’è, la voglia di scrivere mi è venuta lo stesso.

Quello che sta accadendo in Brasile è qualcosa di straordinario, nel senso etimologico del termine. Milioni di persone su una spiaggia, una folla enorme, che prega assieme al Papa. Non sono né un teologo né un filosofo, non ho molti strumenti per capire fino in fondo cosa stia succedendo e, conseguentemente, guardo il tutto con una buona dose di scetticismo. Però non posso fare a meno di notare alcune cose, ovviamente dal mio punto di vista, con la mia cultura e sensibilità. 

Il messaggio è eloquente:la riscoperta dell’orgoglio della fede quasi come atto di reazione ad una crisi globale, non solamente economica, ma etica.

Il Papa parla dei credenti come di persone che hanno il “coraggio di andare controcorrente” e di andare ”nelle periferie esistenziali”, non come i difensori del rito e della tradizione. Parla di “entusiasmo creatività e gioia”, non del rispetto dei dogmi. Esalta i giovani cristiani “non inamidati”, “di facciata”, ma “autentici”. Richiama il bisogno di “scelte definitive che diano pieno senso alla vita”. Vedere poi su l’Unità una foto che titola “Un gruppo di vescovi al ‘Flash Mob’ a Copacabana” ha assolutamente dell’incredibile;se non ci fosse la foto sembrerebbe quasi una presa in giro.

La chiesa non è nuova a messaggi importanti e radicali: per mia sensibilità ricordo quello di Ratzinger contro il neoliberismo, lanciato con una nettezza ed una preveggenza che è mancata anche a tanti politici di sinistra. Ma l’eco che stanno avendo queste parole in questo preciso momento storico è assolutamente incredibile.

Io non so se Papa Francesco darà seguito a quanto sopra detto, è uomo che non comprendo fino in fondo. Non so se stia utilizzando dei semplici espedienti retorici o se voglia veramente mettere in campo un cambiamento radicale della Chiesa Cattolica. So che è proprio per andare controcorrente, per stare tra gli umili ed i poveri, per compiere una “scelta di vita” che in tanti sono diventati comunisti o di sinistra, e che, con queste parole, Francesco sta cercando di far colmare un enorme vuoto, creato da un mondo che cambia velocemente e dall’ assenza di punti di riferimento di ogni genere, proprio dalla Chiesa e dalla fede.

E’ proprio per colmare quel vuoto che tanto tempo fa mi iscrissi ad un Partito.

Pubblicato il 29/7/2013 alle 8.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web